La Maschera d’argento

La Maschera d’Argento nasce per esaltare gli aspetti positivi che di anno in anno caratterizzano la Sartiglia distinguendosi nella tutela, promozione o divulgazione della manifestazione.

  • La Maschera d'Argento
    La Maschera d'Argento
  • 2° Maschera d'Argento 1988
    2° Maschera d'Argento 1988
  • 2° Maschera d'Argento 1988
    2° Maschera d'Argento 1988
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 3° Maschera d'Argento 1989
    3° Maschera d'Argento 1989
  • 4° Maschera d'Argento 1990
    4° Maschera d'Argento 1990
  • 4° Maschera d'Argento 1990
    4° Maschera d'Argento 1990
  • 4° Maschera d'Argento 1990
    4° Maschera d'Argento 1990
  • 4° Maschera d'Argento 1990
    4° Maschera d'Argento 1990
  • 4° Maschera d'Argento 1990
    4° Maschera d'Argento 1990
  • 10° Maschera d'Argento 1996
    10° Maschera d'Argento 1996
  • 10° Maschera d'Argento 1996
    10° Maschera d'Argento 1996
  • 11° Maschera d'Argento 1997
    11° Maschera d'Argento 1997
  • 11° Maschera d'Argento 1997
    11° Maschera d'Argento 1997
  • 11° Maschera d'Argento 1997
    11° Maschera d'Argento 1997
  • 12° Maschera d'Argento 1998
    12° Maschera d'Argento 1998
  • 13° Maschera d'Argento 1999
    13° Maschera d'Argento 1999
  • 13° Maschera d'Argento 1999
    13° Maschera d'Argento 1999
  • 16° Maschera d'Argento 2002
    16° Maschera d'Argento 2002
  • 19° Maschera d'Argento 2008
    19° Maschera d'Argento 2008
  • 20° Maschera d'Argento 2009
    20° Maschera d'Argento 2009
  • 24° Maschera d'Argento 2013
    24° Maschera d'Argento 2013
  • 25° Maschera d'Argento 2014
    25° Maschera d'Argento 2014

Albo d’oro “La Maschera d’Argento”

La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1987, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1987

Al Signor Efisio Luigi Dessì, per la sua opera costante in difesa delle tradizioni e per gli sforzi profusi nella ricerca degli antichi valori del suo gremio e della Sartiglia, concretizzati nel ritrovamento dello statuto del 1673 presso l’archivio di Stato di Torino.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1988, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1988

Alla rivista "Cavallo Magazzine" per il servizio pubblicato nel numero di gennaio ’88 ( a firma di Mario Palumbo con foto di Mario Rebeschini) nel quale sono stati sapientemente evidenziati gli aspetti culturali e di costume della popolazione e inimitabile manifestazione oristanese suscitando attenzione e risonanza in campo Nazionale e Internazionale sulla città di Oristano e della sua storia.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1989, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1989

Alla memoria del dott. Salvatore Manconi, per l’appassionato impegno profuso come presidente della pro-loco di Oristano nel riuscire a suscitare alla corsa nuova tensione culturale e il rinnovato interesse dell’Oristanese, riportandola all’antica dignità che compete ai più alti valori della tradizione di un popolo.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1990, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1990

Al Signor Enrico Fiori per il continuo e prezioso contributo nei tanti anni di assidua e spontanea presenza, nell’interesse esclusivo dell’immagine dell’Antica Giostra Arborense, proiettandola con straordinario intuito nell’ampio orizzonte culturale mediterraneo, dove la stessa Sartiglia, nelle vicende dei secoli rappresenta per la Sardegna il periodo storico più straordinario per la sua sacralità e alta poesia.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1991, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1991

Ex – aequo al Signor Antonio Casu per la sua straordinaria vocazione alla vita equestre, tesa unicamente alla esaltante scrupolosa e faticosa preparazione dei ragazzi quali futuri e autentici cavalieri della Sartiglia in tantissimi anni di vita operativa. Per il prezioso contributo alla valorizzazione del Torneo Oristanese in Italia e all’estero con la continua e spettacolare presenza della sua scuola equestre protagonista assoluta e messaggera di una lontana e salda cultura mediterranea che resiste al tempo, perché atavicamente legata ai valori primari di un limpido mondo contadino ancora integro, produttivo e saldo che nella storia è storia per ill prestigio al mondo Giudicale e per il contributo odierno di crescita e di speranza nell’orizzonte culturale Arborense.


Ex-aequo , a Ciutadella de Menorca, per la spontanea attenzione e commovente partecipazione della municipalità tutta, volta alla divulgazione e valorizzazione della Sartiglia oristanese, in un momento culturale che ci accomuna e che straordinariamente ne limita le distanze e i confini geografici, nel fascino del ritrovato percorso storico comune, composto non unicamente di memorie ancestrali, sopite, ma soprattutto di tradizioni ancor vive e palpitanti, e di reliquie monumentali che testimoniano dal neolitico fecondo i continui rapporti culturali, spirituali e sociali tra le nostre isole, interrotti solo dalla fatalità degli eventi che nella storia hanno lacerato ma non dissolto l’anima Mediterranea che ci unisce.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1992, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1992

Al signor dott. Romolo Concas, per il prezioso spontaneo contributo alla valorizzazione del Torneo Oristanese in tanti decenni di attività giornalistica. Per le puntuali copiose e stimolanti pagine, espresse con rigorosa professionalità e particolare sensibilità ai valori della tradizione cavalleresca giudicale della sua città, tese soprattutto a proiettare all’esterno non esclusivamente l’immagine ed il significato lirico della Sartiglia, ma ciò che essa rappresenta per Oristano e la Sardegna nella sua dimensione storica e culturale.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1993, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1993

Al dott. Raimondo Zucca, perché con rigore di metodo, ha ricercato, valutato criticamente e divulgato documenti che contribuiscono efficacemente alla conoscenza delle origini e della tradizione della Sartiglia , nel contesto della storia di Oristano.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1994, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1994

Al Touring Club Italiano, perché in armonia con la sua migliore tradizione, volta a far conoscere ed apprezzare aspetti poco noti, ma di grande interesse culturale e sociale, della realtà regionale italiana, l’Associazione ha proposto La Sartiglia di Oristano ai suoi numerosissimi soci e simpatizzanti, operando concretamente perché potessero averne conoscenza diretta, e divulgandone gli elementi più qualificanti attraverso il testo e le fotografie pubblicati, nel febbraio 1994, sulla rivista ” Qui Touring”.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1995, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1995

Al professor Giorgio Farris, anima d’artista, di poeta e di storico, per aver costituito nella sua appassionata opera culturale, lungo cinque decenni un monumento della Sartiglia, riscoperta attraverso le memorie storiche e le effusioni liriche in questa terra di Oristano
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1996, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1996

CIVITATI ARISTANEI SEDI METROPOLITANAE ECCLESIAE DOMINI ARCHIEPISCOPI ARBORENSIS QUIA ANNO MILLESIMO QUNGENTESIMO QUADRACESIMO TERTIO A DOMINO JOHANNE DESSI’ ARBORENSI CANONICO IUDUS EQUITUM QUI SARTIGLIA DICITUR- INSTITUS EST
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1997, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1997

A Pietro Serra ” Cicetto” , cavaliere della Sartiglia, Componidori di San Giuseppe ( MCMLXXX) e di San Giovanni (MCMXCI), perché, al pari degli eroi Greci di Olimpia e dei cavalieri del Medioevo, ha corso alla stella per la gloria della sua città Oristano, nella speranza che i giorni senz’alba siano dispersi dello squillo della tromba e del rullo del tamburo.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1998, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1998

A Peppetto Pau d’Oristano, poeta del cielo, della terra e del mare di Sinis, per aver amorosamente studiato la Sartiglia, di cui ha svelato l’anima-triste come i coriandoli all’alba sulle strade dopo la pioggia della notte e per aver cantato la città della Sartiglia dove i rami dei pioppi guardano le ultime maschere, straccioni di un giorno e di ogni giorno piangono.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 1999, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 1999

Alla Televisione Arborense Nova Tv, che nel secolo che si chiude, dominato dalla civiltà dell’immagine, ha del cuore antico di Oristano irradiato da anni e anni la corsa alla stella del Carnevale Oristanese ed a tutti i telespettatori lontani dal teatro della Sartiglia la vibrante emozione dell’immortale Sartiglia di Oristano
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2000, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2000

Al gremio di San Giovanni d’Oristano, per aver creato, su disegno del canonico Giovanni Dessì , del capitolo Metropolitano Arborense, la Sartiglia della domenica e per aver riscoperto, anno dopo anno, con la giovanile commissione cultura, l’origine, la fede e le gesta del gremio e della Giostra equestre della domenica di quinquagesima della città di Oristano.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2001, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2001

A Juanni Lilliu, tzittadinu de Aristanis, maistu mannu de archeologia e de vida po tottus is sardus, demiurgo della civiltà dei sardi, dalla cattedra universitaria alle piazze dei paesi della Sardegna; dall’Accademia dei Lincei alle feste di popolo; dall’Assemblea Regionale Sarda al labirinto del suo villaggio nuragico di Barumini, vindice dell’identità dei sardi affinché ” il vecchio male della divisione ceda il passo all’unità”
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2002, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2002

Al pittore Antonio Corriga rinnovellatore dell’arte di Sardegna alla luce del cielo, della terra e del sangue di Spagna. Dalla Spagna del flamenco, della corrida, della Settimana Santa, della Sortija trasse i colori delle sue processioni, dei suoi eroi, delle sue Sartiglie sotto i cieli corruschi d’Oristano.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2003, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2003

A Lucio Abis, cittadino Arborense, per aver restituito, a fianco di tutti i politici e del popolo d’Oristano, una dignità territoriale al popolo Arborense con l’istituzione della Quarta Provincia sarda nel 1974, erede del glorioso Giudicato d’Arborea, nel cui seno nacquero le giostre cavalleresche, destinate a dare origine alla Sartiglia d’Oristano.
LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2004
NON E' STATA ASSEGNATA

La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2008, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2008

Al gruppo musicale dei TAZENDA in quanto “Il patrimonio culturale della Sardegna è costituito sia dai beni materiali, sia dai beni immateriali, come la lingua e la musica. I Tazenda rappresentano fin dalla loro costituzione nel 1988 una ambiziosa proposta musicale che coniuga la tradizione etnica al rock. Tale proposta, attraverso il messaggio universale della musica, raggiunge l’umanità e spezza i vincoli del mare che circonda la Sardegna. Il pubblico di tutto il mondo ha ascoltato i Tazenda che esprimono l’anima della Sardegna. Riascoltando Spunta la luna dal monte, Pitzinnos in sa gherra, Nanneddu, Mamojada, Preghiera Semplice, Domo mia, Carrasecare, si riconosce la sonorità dell’isola quasi un continente. Per queste motivazioni i Tazenda, formati da Gigi Camedda, Gino Marielli e il cantante leader Beppe Dettori, (nel ricordo di Andrea Parodi, nel gruppo fino al 1997), rappresentano una pagina alta del patrimonio culturale della Sardegna da loro magistralmente creato e presentato in tutto il mondo”.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2009, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2009

Alla Comunità degli Artigiani di Samugheoper “L’ingegno, l’opera, l’originalità degli artigiani di Samugheo costituiscono un patrimonio d’eccellenza per l’intera Sardegna. Qui, più che altrove, la tutela della tradizione ha saputo coniugare progresso e innovazione, qualità e dinamicità d’impresa. Questo risultato è frutto dell’amore e della passione di tanti. Donne, uomini, Istituzioni e mondo della cultura sono stati protagonisti – all’unisono – di un coraggioso e lungimirante processo, capace di salvaguardare nella tipicità la qualità di prodotto. Una Comunità intera ha l’onore e l’onere di tenere vive, innervandole coraggiosamente, le proprie tradizioni, materiali ed immateriali. L’assegnazione della Maschera d’Argento vuole significare perciò l’omaggio alla dedizione ad un’arte antica e prospera. Il legame che unisce Oristano – patria della Sartiglia – e Samugheo suggella ulteriormente la consegna della Maschera d’Argento. Essa viene assegnata idealmente a quanti, ieri come oggi, come domani, sono fieramente garanti di tale premurosa dedizione. Questa stessa passione sia volta sempre alla conservazione caparbia dell’identità artigiana e che ciò possa concorrere al successo e al meritato prestigio internazionale dell’intera Comunità.”
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2010, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2010

a Filippo Martinez Hidalgo d’Oristano, Dai mille volti e dalle mille maschere, Creatore di gremi nuovi e antichi, Oplita delle Termopili, Cantore dei pomodori e del colore che trasuda dalle sbarre di Porto Azzurro, dalle lagune di Sardegna alla laguna di Venezia, Anima enfia di ybris, Come quel re di Sardi, che si credette il più felice tra gli uomini, Accogli la Maschera per eccellenza che indossa il tuo Cavaliere Infinito.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2011, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2011

Al coro Maurizio Carta d’Oristano, nel decennale della sua costituzione, per aver perpetuato dalla città d’Oristano, alla Sardegna, al mondo la tradizione del canto sardo e l’innovazione che zampilla dalle note delle launeddas, come è rappresentato dal suonatore bronzeo di Ittiri, vecchio di ventisette secoli e fresco nel suo suono che racconta dei cantori itifallici del mondo nuragico.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2012, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2012

All’ISTAR (Istituto Storico Arborense), fondato dal Comune di Oristano nel 1996, che dalle origini ha operato, anche in collaborazione con Università, Centri di Ricerca e Istituti Scolastici, per la conoscenza della Civiltà del Giudicato di Arborea e del Marchesato di Oristano sotto l’aspetto Storico, Politico, sociale, Istituzionale, Economico e Culturale, costituendo un patrimonio Culturale che ha proiettato la Città di Oristano in un quadro mediterraneo, attraverso l’infaticabile attività scientifica del Direttore Prof. Giampaolo Mele e del Presidente Prof. Walter Tomasi.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2013, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2013

Alla Fondazione Sa Sartiglia, costituita nel 2006 sotto la presidenza del Sindaco di Oristano e l’egida del Gremio dei Contadini e del Gremio dei Falegnami, indiscussi depositari del patrimonio storico-culturale e dei riti cerimoniali della Sartiglia. La prestigiosa Fondazione dell’antica capitale del Giudicato d’Arborea cura puntualmente la regia dell’evento tutelando la tradizione e al contempo stimolando con equilibrio e brillantezza l’innovazione nel rispetto dei ruoli e nel conseguimento degli scopi statutari. In pochi anni ha consentito una sempre più ampia affermazione della Sartiglia nel mondo delle tradizioni popolari della Sardegna e nel panorama internazionale, in una continua ed efficace azione di avvicinamento delle Istituzioni e di coinvolgimento della cittadinanza per la realizzazione corale della Sartiglia.
La giuria per l'assegnazione de "LA MASCHERA D'ARGENTO" Premio Sartiglia 2014, nel rispetto degli scopi istitutivi del premio, tesi a riconoscere l'opera degli uomini, degli enti e delle istituzioni che nel tempo hanno concorso a valorizzare e a divulgare la tradizionale manifestazione oristanese "Sa Sartiglia" e dell'intera storie e cultura tradizionale dei sardi.

ALL'UNANIMITA' CONFERISCE LA MASCHERA D'ARGENTO PREMIO SARTIGLIA 2014

a Raimondo Zucca, già Maschera d’Argento 1993, cittadino Arborense che, nell’arco di una vita dedicata alla ricerca archeologica, storica ed epigrafica, ha percorso l’intera Civiltà dei Sardi contribuendo, in simbiosi con l’amico Gaetano Ranieri attraverso l’applicazione di innovative tecnologie, alla rivelazione e alla comprensione del mistero dei Giganti di Mont’e Prama.